Iscriviti alla newsletter, riceverai 2 eBook
1. Miracle Noodle per il tuo benessere
2. 5 cibi che UCCIDONO il grasso Rispettiamo la tua Privacy

SPEDIZIONE GRATUITA SU TUTTI GLI ORDINI! CONSEGNA IN 24/48 ORE
RSS

Blog

Qualche curiosità sul Konjac, l'alleato del nostro benessere

Come ben sapete, l’ingrediente principale dei prodotti Miracle Noodle è la farina di Konjac.

Non fatevi ingannare dalla parola "farina": non ha davvero niente a che fare con la farina di frumento, o qualunque altro tipo di farina cui siete abituati a pensare (che sia di riso, di mais, di kamut, o qualunque altra).

Non c’è glutine, non ci sono carboidrati né calorie in quantità che siano degne di nota, ma praticamente solo fibre alimentari di ottima qualità, ideali per mantenersi in forma e in buona salute: i glucomannani.

Da dove deriva quindi questa farina, senza calorie ma con tantissime virtù benefiche? Sembra quasi troppo bello per essere un prodotto davvero naturale: farina senza calorie! ...Eppure è proprio così.

Non si tratta del risultato di complesse elaborazioni che vengono solitamente fatte sugli alimenti per ridurne l’apporto calorico o il contenuto di allergeni (e che di solito, insieme a questi, vanno ad eliminarne anche i benefici nutritivi).

Qui ci troviamo di fronte a prodotti davvero NATURALI. La farina di konjac non è altro che il rizoma della pianta di Amorphophallus Konjac, fatto sapientemente essiccare e poi macinato, senza nessun tipo di trattamento od elaborazione che ne vadano a modificare i valori nutrizionali.

L’Amorphophallus konjac possiede già naturalmente le straordinarie proprietà di cui abbiamo parlato, e merita davvero una piccola presentazione. Si tratta di una pianta che vive in ambienti tropicali e subtropicali dell’estremo Oriente, caratterizzata da un’imponente fioritura (pensate ad un gigantesco lontano parente della calla, lungo anche 50 centimetri e di un colore bruno molto intenso). Certo, coltivarla non è esattamente una passeggiata. Pensate che ci vogliono circa tre anni perchè il rizoma raggiunga le giuste dimensioni (circa 25 cm di diametro, ma può essere anche più grande); inoltre, essendo una pianta originaria di climi caldi, teme il freddo dell’inverno giapponese, e quindi, con l’arrivo della stagione fredda, ogni singolo rizoma viene delicatamente estratto dalla terra e messo in un posto riparato fino all’arrivo del caldo, per evitare che venga danneggiato dal gelo e permettendo così che conservi intatte tutte le sue qualità.

Si dice che gli alimenti naturali siano i migliori, e che meno un alimento viene elaborato, più sano risulta per il nostro organismo.

Miracle Noodle offre prodotti naturali, derivati da semplici procedure che si ripetono quasi immutate da duemila anni, senza inutili elaborazioni.

Il segreto di Miracle Noodle? La Ricetta Orginale Giapponese

Ma perchè Miracle Noodle è così diversa dalle altre proposte di pasta shirataki che ci sono sul mercato?

La risposta è semplice: Miracle Noodle segue ancora la Ricetta Tradizionale Giapponese, inalterata da migliaia di anni.

La pasta shirataki secca è un’invenzione alquanto recente, nata per rispondere alle esigenze di conservazione e di stoccaggio del prodotto su larga scala, ma è anche ricca di sciroppi zuccherini e di amidi (per lo più estratti dalla tapioca), che servono appunto a conservare la pasta per lungo tempo. La presenza di amidi si traduce però in un maggior apporto calorico, una presenza rilevante di carboidrati e, infine, un retrogusto dolciastro non sempre gradevole, del tutto assente nella pasta conservata in acqua.

La pasta shirataki conservata in acqua, invece, viene prodotta ancora oggi con la stessa logica di mille anni fa. La conservazione della pasta in acqua necessita di una sostanza che possa stabilizzarne la forma, e che impedisca alla pasta di perdere gradualmente forma e consistenza. Nella ricetta originale, questa sostanza stabilizzante veniva ricavata dai gusci d’uovo: questi venivano sbriciolati finemente e lavorati a lungo per estrarne il calcio necessario a mantenere inalterata la forma della pasta.

Nella procedura attuale, il calcio non viene più ricavato dai gusci d’uovo: questo per evitare di incorporare nella pasta eventuali sostanze estranee presenti in prodotti di derivazione animale, e per permettere anche alle persone che seguono una dieta vegana di apprezzare questo incredibile alimento. Come sostituto dei gusci d’uovo si usa il comunissimo idrossido di calcio, ottenuto tramite una semplice procedura di idratazione, che non presenta né impurità né componenti di origine animale.

Abbiamo quindi acqua, farina di Konjac e idrossido di calcio. Nient’altro, né amidi né sciroppi.

Nei prodotti Miracle Noodle troverete allora tutta la qualità di una pasta prodotta in Giappone, con la ricetta originale Giapponese e una quantità di calorie a porzione che si contano sulle dita di una mano.

Queste sono le caratteristiche che rendono la pasta shirataki Miracle Noodle davvero unica: provatela, giudicate voi stessi, e lasciatevi stupire dalle sue incredibili qualità!

C'era una volta la pasta Shirataki...una storia che dura da più di 1000 anni!

Lo sapevate? La parola “Shirataki” significa letteralmente “cascate bianche”.

Nessun nome è più adatto di questo a descrivere l’aspetto, la leggerezza e la semplicità della pasta Giapponese che sta conquistando anche il mondo Occidentale.

La conoscenza delle sue preziose virtù risale a molto prima dell’attuale riscoperta della pasta Shirataki.

Le prime testimonianze storiche riguardanti la comparsa di questo alimento nella tradizione Giapponese risalgono a circa 1500 anni fa, e si focalizzano in particolar modo sulle sue proprietà benefiche.

Inizialmente la pasta Shirataki fu introdotta in Giappone a scopi medicinali dai primi monaci Buddhisti: pensate a quanto fossero evidenti, allora come oggi, le salutari proprietà delle fibre alimentari contenute nella pasta Shirataki!

Questo alimento veniva impiegato per ripulire il corpo, in particolare lo stomaco e l’intestino, ripristinandone le attività fisiologiche ottimali e mantenendone quindi un buono stato di salute. Oggi sappiamo che questi pregi sono dovuti alla presenza di grandi quantità di fibre alimentari solubili, dette Glucomannani, che sono tra i più preziosi alleati del nostro benessere. All’epoca, benché questi dettagli non fossero ancora noti, si sapeva che la pasta Shirataki era un vero e proprio toccasana, e che il consumo di questo alimento era essenziale per mantenersi in buona salute.

Insieme alle molteplici proprietà benefiche fin qui accennate, anche la consistenza e l’incredibile versatilità della pasta Shirataki hanno permesso a questo alimento di attraversare indenne secoli di evoluzione nella cucina Orientale, e di arrivare pressoché invariato fino ad oggi.

Anche questo, se ci pensate, ha dello straordinario! Ed è una fortuna perchè ogni giorno migliaia e migliaia di persone hanno l’opportunità di apprezzare questo alimento, tanto semplice quanto incredibile, e possono migliorare la propria salute semplicemente mangiando un piatto di deliziosa pasta senza il peso dei carboidrati e delle calorie, godendo solo dell’infinita quantità di benefici legati al consumo di fibre alimentari come il Glucomannano.

Sì è proprio così, la pasta Shirataki è praticamente priva di carboidrati e di calorie (parliamo di 5 kcal in 100g di pasta, niente a che fare con qualunque altra pasta abbiate assaggiato fino ad ora!), mentre ha un eccellente contenuto di fibre solubili di alta qualità.

Ma di questo, e di molto altro, discuteremo meglio prossimamente, insieme a tante altre notizie e curiosità!